CAREGIVER, cinque consigli per chi affianca la persona non autosufficiente

Qualche consiglio per queste fondamentali figure di assistenza familiare, a forte rischio stress

Prendersi cura quotidianamente, ventiquattr'ore su ventiquattro, di un proprio familiare che soffre o che ha bisogno di assistenza, sia esso anziano, affetto da Alzheimer, Parkinson o altro, è uno dei lavori più usuranti che esistano.

E' evidente come il carico fisico, ma anche emotivo, sulle spalle del caregiver non sia una passeggiata.

Alcune buone pratiche possono essere d'aiuto per "alleggerire" il peso di un compito così importante:

1. Concedersi almeno 30 minutial giorno per rilassarsi: fare ciò che vi piace, che sia leggere, meditare, fare un bagno. Allevierà lo sress e solleverà il morale.

2. Esprimere i propri sentimenti: manifestare ciò che si sta affrontando è liberatorio

3. Conservare le energie: non stressarsi per ciò che non è sotto il proprio controllo, ma concentrarsi per affrontare il problema

4. Mantenersi in buona salute

5. Partecipare ad un gruppo di sostegno